CARMEN – BALLETTO DEL SUD

Home » Class » CARMEN – BALLETTO DEL SUD
Condividi:
CARMEN – BALLETTO DEL SUD

Giovedì 27 luglio alle ore 21.00

Teatro D’Annunzio di Pescara

 

“Carmen” è un balletto in due atti di Fredy Franzutti e rappresenta una delle produzioni di maggior successo della compagnia Balletto del Sud, tra le più apprezzate a livello nazionale. In un’originale versione della celeberrima eroina di Prosper Mérimée si esalta il carattere della bellezza medusea che seduce il pubblico anche grazie alla popolarissima musica di Georges Bizet.

Sia nel testo dell’opera lirica e sia nella versione musicale “Carmen” è ambientata in una Spagna dalla forte componente esotica e popolare, in cui le sue caratteristiche di terra crocevia di popoli e culture è esaltata dalla visione di autori stranieri. Alle musiche di Bizet si affiancano opere di altri autori quali Albéniz, Chabrier e Massenet, che guardano nella stessa maniera il paese e il popolo spagnolo dalla raffinatissima Parigi. Il modo in cui i personaggi vivono elementi come il fato, il destino avverso, la superstizione, la passione, il tradimento, la gelosia fino all’omicidio d’onore è tuttora invariato in produzioni teatrali o cinematografiche contemporanee a cui la coreografia fa riferimento.

La “Carmen” di Fredy Franzutti ha avuto circa 80 repliche nei più prestigiosi teatri e festival italiani e, nel 2010, all’opera di Tirana alla presenza di Sali Berisha e di numerose autorità albanesi.

 

INFO

Balletto in due atti eseguito da un corpo di ballo formato da 14 danzatori, coreografia di Fredy Franzutti. Tratto da un racconto di Prosper Mérimée sulle musiche di Bizet, Albéniz, Chabrier, Massenet.

Realizzazione scenica di Francesco Palma.

Così ne scrive Nicola Sbisà (La Gazzetta del Mezzogiorno): «Un tessuto musicale composito, ma studiato accortamente per favorire un’azione coreografica risultata intensa, ricca di mordente, con una costante “narratività” esplicitamente espressa e mai fine a se stessa. Qualità precipua di Franzutti, apparsa una volta di più in tutta la sua evidente validità, è quella di saper fondere con mirabile equilibrio la matrice accademica con gli spunti di modernità intelligentemente soppesati ed impiegati, e nel caso specifico, anche con quel tanto di folk, che però non scade mai nell’oleografico, si pensi alla trascinante farandola o agli appassionati passi a due».

luglio 27 @ 21:00

21:00

Teatro D’Annunzio Pescara

Acquista

Pubblicato il